Terza sconfitta in altrettante partite per il Napoli Femminile, che a Sassuolo si è fatto rimontare dalla squadra neroverde, complice un secondo tempo su ritmi alti da parte dell’undici di casa. Mister Marino ha dovuto rinunciare last minute a Di Criscio, per via di una forte mal di gola, ed ha riproposto il 3-5-2 con in campo dal via le due ex Oliviero ed Errico. Di contro, Piovani si è affidato alla napoletana Pirone per provare a pungere le azzurre.

Del bomber di casa il tacco al volo di poco a lato dopo meno di un minuto. Brava Di Marino al 13’ a deviare sopra la traversa una conclusione pericolosa di Parisi. Poco dopo Errico salva su Bugeja lanciata a rete. All’improvviso di testa, al 27’, Di Marino porta avanti il Napoli su punizione di Nencioni: grande soddisfazione per il capitano azzurro all’esordio stagionale. Al 35’ sensazionale azione personale di Bugeja che salta mezza difesa del Napoli e mette in rete con il sinistro. Dopo l’intervallo tre cambi per Marino, che va di 4-5-1. Al 15’ rigore per il Sassuolo visto che un tiro di Parisi impatta sul braccio di Oliviero: dagli undici metri Dubkova trasformava sicura. Dopo cinque minuti, tris del Sassuolo con la solita Bugeja (classe 2004) che salta Capparelli e di destro la mette all’incrocio. Le speranze del Napoli di rientrare in partita si spengono sui legni colpiti – in serie – da Chatzinikolaou su imbeccata di Martinez, da Hijolman su assist di Capparelli, di nuovo da Chatzinikolaou di testa e nella stessa azione da Beil: un clamoroso, quadruplo, colpo di sfortuna.

 

Le interviste

Mister Marino ed Elisabetta Oliviero hanno analizzato con rammarico il ko di Sassuolo, nonostante lo spirito di reazione mostrato dal Napoli Femminile nel finale di gara: “Dopo tre sconfitte consecutive – spiega il tecnico azzurro – bisogna evidentemente riconoscere che qualcosa non va, anche se pure contro il Sassuolo abbiamo fatto vedere un buon calcio. Sapevamo che l’impatto con la Serie A sarebbe stato duro però evidentemente è stato commesso qualche errore. Sono certo che rimedieremo con il lavoro e recuperando anche alcuni elementi che sono ai box o che sono appena rientrate. Abbiamo tre settimane per resettare e ripartire”. Elisabetta Oliviero sta facendo molto bene da difensore centrale, ruolo inedito per lei: “Siamo una squadra che dovrà lottare su ogni pallone, pur essendo votati a una certa idea di calcio. Perdere e ricevere elogi fa male perché alla fine quel che conta è la classifica e noi dobbiamo lavorare a testa bassa durante questa sosta per risalire in fretta”.

 

Tabellino del match

Sassuolo (4-3-1-2): Lemey; Santoro (dal 43’ s.t. Pellinghelli), Filangieri, Mihashi, Philtjens; Dubkova, Parisi (dal 43’ s.t. Battelani), Brignoli; Bugeja (dal 25’ s.t. Orsi); Cambiaghi (dal 13’ s.t. Pondini), Pirone (De Bona, Binini, Maffei, Micheli, Rossi). All.: Piovani

Napoli (3-5-2): Mainguy, Di Marino (dal 1’ s.t. Dalton), Errico, Oliviero; Hoijlman, Kubassova (dal 22’ s.t. Nocchi), Nencioni (dal 1’ s.t. Huchet), Beil, Cafferata (dal 1’ s.t. Capparelli); Martinez, Chatzinikolaou (Perez, Jansen, Risina, Groff). All. Marino

Arbitro: Di Marco di Ciampino (Iacovacci-Loic Nana)

Note: terreno in perfette condizioni, porte chiuse. Ammoniti: Di Marino, Errico (N). Rec.: 2’ p.t., 5’ s.t.

Marcatori: Di Marino 27’ (N), Bugeja 40’ (S) p.t., Dubkova (S) rig. 16’, Bugeja 21’ (S) s.t.

error: Questo contenuto è protetto e non può essere copiato