Grande vittoria del Napoli sulla Fiorentina, primi tre punti e tanta felicità per le azzurre che hanno meritato il successo contro una avversaria di valore e nonostante le tante assenze.

Senza Severini e Tui, ai box per ragioni diverse, e Blanco in panchina per onor di firma, Pistolesi sceglieva Deppy dal primo minuto con alle spalle Erzen e Acuti. Nella Viola c’era Sabatino di punta che inizialmente aveva le polveri bagnate ed in otto minuti falliva due clamorose occasioni: sulla prima era comunque molto brava Aguirre con i piedi a respingere la volée dell’attaccante, che invece poco dopo sparacchiava sul palo esterno da pochi passi in modo clamoroso. Terza occasione nitida per le ospiti al 20’ con Lundin che calcia addosso ad Aguirre invece di servire Sabatino tutta sola. Reazione importante del Napoli però con Deppy che prima ispirava Acuti (sinistro deviato) e poi Erzen che prendeva in pieno il palo da ottima posizione. In pratica, il primo tempo finiva così con un sostanziale equilibrio.

Panico passava al 4-2-3-1 dopo l’intervallo inserendo anche l’ex Cafferata, molto vivace. Nel Napoli dentro Popadinova per Deppy, vittima di un problema al ginocchio destro. Non succede nulla per 39’, cioè fino a quando Garnier riesce a recuperare su Sabatino e lanciare nello spazio Acuti che vince il contrasto con Vigilucci e tutta sola davanti al portiere non può che insaccare regalando il vantaggio alle azzurre. Tre minuti dopo, mani in area di Colombo e penalty per la Fiorentina con Piemonte che però calciava sul palo dagli undici metri facendo esplodere di gioia i tifosi del Napoli presenti a Cercola.

Le interviste

Arianna Acuti ha deciso il match con la Fiorentina, sua infatti la rete del successo azzurro: “Una emoIone indescrivibile, mi avevano detto che segnare a Napoli ha un sapore speciale ed in effetti è stato proprio così. Siamo una squadra molto giovane e con tanti elementi nuovi, ci stiamo conoscendo e stiamo mettendo in pratica i consigli del tecnico. Abbiamo capito che potevamo battere la Viola e nella ripresa ci abbiamo messo qualcosa in più di loro. Il gol lo dedico a Deppy, sperando che il suo infortunio non sia grave”.

L’atteggiamento pugnace del Napoli Femminile è piaciuto molto a mister Pistolesi: “Ho rivisto la mia squadra, avevamo molte assenze e abbiamo fatto di necessità virtù grazie al fatto che le ragazze hanno capito cosa serviva per provare a venire a capo di una partita così difficile. Abbiamo messo dentro tutto quello che avevamo e questo ci ha permesso di andare oltre le contingenze del momento. Adesso dobbiamo continuare così, giocando a Verona con il coltello tra i denti”.

Lello Carlino si gode la sua creatura ed un successo per certi versi inaspettato: “Giocando così possiamo toglierci grandi soddisfazioni, mi è piaciuto molto il fatto che le ragazze hanno giocato da Napoli e cioè con grinta e determinazione. Sono queste le armi che dobbiamo sfoderare su ogni campo per arrivare al nostro obiettivo”.

 

Tabellino del match

NAPOLI FEMMINILE – FIORENTINA 1-0

NAPOLI (3-4-2-1) Aguirre; Garnier, Di Marino, Abrahamsson; Imprezzabile, Goldoni, Colombo, Capitanelli (dal 28’ s.t Porcarelli); Erzen, Acuti; Deppy (dal 12’ s.t. Popadinova) (Chiavaro, Giordano, Corrado, Zavarese, Blanco, Kuenrath, Toniolo). All.: Pistolesi

FIORENTINA (4-3-1-2) Schroffeneger; Vigilucci, Kravets (dal 19’ s.t. Martinovic), Tortelli, Zanoli (; Huchet, Breitner, Neto; Baldi (dal 1’ s.t. Piemonte); Lundin (dal 1’ s.t. Cafferata), Sabatino (Tasselli, Forcinelli, Zazzera, Ceci, Vitale, Catena). All.: Panico

ARBITRO: Madonia di Palermo (Rizzotto-Bonomo/Striano)
MARCATORI: Acuti 39’ s.t.
Amm.: Di Marino, Capitanelli, Popadinova (N), Lundin, Neto (F)
Note: si è giocato a Cercola dinanzi a circa 300 spettatori. Al 43’ s.t. Piemonte (F) ha sbagliato un cacio di rigore. Rec.: 1’ p.t., 3’ s.t.