Troppa Roma per il Napoli Femminile, che soccombe come già accaduto contro l’Inter in virtù della superiorità palesata dalle avversarie, costruite entrambe per l’alta classifica. Pesante il passivo per la squadra di Pistolesi, che assente Blanco ha modificato qualcosa rispetto all’esordio inserendo dal via Corrado in difesa e Kuenrath a centrocampo. Spugna, di contro, ha dovuto rinunciare a Linari squalificata (al suo posto Pettenuzzo).

La Roma ha provato a forzare i tempi in avvio ed al 19’ si è portata avanti con una prodezza di Andressa che ha sfruttato bene una ingenuità di Garnier e da posizione defilata ha sfoderato un pallonetto mancino che ha superato Aguirre. Due minuti e raddoppio giallorosso ad opera di Serturini: stavolta è stata Imprezzabile ad aprire la strada all’esterno giallorosso che poi ci ha messo del suo con un tiro a giro di rara precisione. Nemmeno 120 secondi e la Roma ha calato il tris con Giugliano, che di sinistro ha chiuso al volo in diagonale un cross al bacio di Glionna (conclusione imprendibile per Aguirre). Il primo tempo è stato quasi tutto di marca giallorossa, interrotto però dal gol azzurro di Goldoni di testa su cross di Kuenrath prima che Bartoli mandasse le squadre negli spogliatoi sul 4-1 sfruttando a dovere l’ennesimo assist di una indiavolata Glionna.

Stesso leitmotiv nella ripresa, con clamoroso palo della Pirone dopo otto minuti a portiere battuto. L’ingresso di Di Marino è servito per serrare le fila della difesa azzurra mentre la Roma ha calato il ritmo con il passare dei minuti senza inferire ulteriormente.

Interviste

Alessandro Pistolesi riconosce la superiorità della Roma ma si rammarica per gli errori commessi dal Napoli Femminile che hanno spianato la strada alle giallorosse: “Sapevamo del valore dell’avversaria ma il modo in cui abbiamo regalato i primi tre gol in così pochi minuti non mi è piaciuto. Dobbiamo lavorare e trovare una quadratura di squadra ripartendo da uno zoccolo duro e da alcune note positive”. La sfida con la Fiorentina sarà certamente più abbordabile: “Ripartiamo – chiude Pistolesi – dalla buona vena mostrata da chi è subentrata con la consapevolezza che quest’anno abbiamo una rosa omogenea nella quale tutte troveranno spazio e potranno dare il loro contributo”.

Tabellino del match

ROMA-NAPOLI FEMMINILE 4-1
MARCATORI: Andressa 19’, Serturini 21’, Giugliano 23’, Goldoni (N) 42’, Bartoli 47’ p.t.

ROMA (4-2-3-1) Ceasar; Di Guglielmo, Swabi (dal 41’ s.t. Pacioni), Pettenuzzo, Bartoli; Bernauer (dal 1’ s.t. Thaisa), Giugliano; Glionna (dal 21’ s.t. Paloma), Andressa (dal 32’ s.t. Greggi), Serturini; Pirone (dal 32’ s.t. Kajzba) (Ghioc, Vigliucci, Ciccotti, Soffia). All.: Spugna

NAPOLI (4-3-3) Aguirre; Imprezzabile (dal 28’ s.t. Capitanelli), Garnier (dal 1’ s.t. Di Marino), Corrado (dal 10’ s.t. Colombo), Abrahamsson; Goldoni, Tui (dal 21’ s.t. Severini), Kuenrath; Erzen, Popadinova, Acuti (dal 10’ s.t. Chatzinikolau). (Chiavaro, Zavarese, Toniolo, Porcarelli). All.: Pistolesi

Arbitro: Cavaliere di Paola (Giuggioli/Bianchi-Villa).
Amm.: Goldoni (N)
Note: si è giocato a Trigoria a porte chiuse. Rec.: 3’ p.t., 0’ s.t.